Come scaricare musica con Napster

Spread the love

Vota questo post

Molti (specialmente quelli che sono stati su Internet più a lungo) conosceranno la parola Napster , come l’applicazione e la rete P2P creata da Sean Parker che permetteva di scaricare musica semplicemente connettendosi a Internet. Stiamo parlando dell’inizio del secolo. Quella che ha provocato la feroce guerra dei Metallica contro la rete.
Beh, come sappiamo, pochi giorni fa Napster è tornato alla ribalta, ma come un servizio di streaming musicale che a priori è legale e legale. E da Genbeta abbiamo deciso di testarlo a fondo in modo che si sappia se vale la pena dare un’occhiata o meno.

A colpo d’occhio

Napster

La somiglianza con Rhapsody, il servizio disponibile negli Stati Uniti gestito dall’omonima società di proprietà di Napster, è impressionante. Non è una coincidenza: Napster assomiglia alla versione europea di Rhapsody . Se conoscete Rhapsody saprete praticamente tutto quello che vi dirò in questo articolo.

L’immagine che potete vedere nella parte superiore di questa sezione corrisponde ad uno screenshot della pagina che Napster ci riceve non appena accediamo con il nostro account. Un elenco di album in evidenza, un elenco di “new content” (di cui parlerò più avanti) e una serie di canzoni popolari sul servizio. A destra, il giocatore e quello che chiamano il “mixer” (quello che gli altri chiamano “coda di riproduzioni”), che possiamo salvare come nuova playlist. E’ cosi’.

Sopra possiamo anche vedere, oltre ad un motore di ricerca, i link alle quattro sezioni principali che compongono il servizio: “Sfoglia”, “In primo piano”, “La mia musica” e “Radio”. Esaminiamo ognuno di loro.

Genere

  • Browse : Napster offre una piccola guida agli album eccezionali di ogni genere, e nella lista possiamo selezionarne uno specifico e ottenere informazioni come artisti che suonano quel tipo di musica, album da loro pubblicati, canzoni eccezionali, o ascoltare la radio di quel genere. Possiamo anche vedere contenuti in evidenza ad esso correlati.
  • Featured offre una selezione di contenuti locali, come playlist e articoli di esperti, o video con artisti.
  • La scheda La mia musica ci permette di organizzare la nostra libreria, ma se la apriamo dopo aver ascoltato un po’ di musica vedremo che raccoglie automaticamente informazioni sulle canzoni e sugli album che ascoltiamo, ottenendo statistiche. Poi ci torneremo.
  • E, naturalmente, Napster ha anche Radio . Ci permette di generare stazioni radio da artisti, ascoltare stazioni selezionate da esperti e vedere quali canali sono popolari tra gli utenti del servizio.

Ricerca e ascolto delle canzoni

Alla ricerca di album

Ci mettiamo in una situazione. Vogliamo sentire un album. Possiamo semplicemente scriverlo nel motore di ricerca in alto a destra, e se è nel servizio sarà completato automaticamente, come potete vedere nella schermata in alto a destra. Cliccandoci sopra ci porterà alla pagina che contiene il resto delle informazioni sull’album (come le canzoni che contiene), così come un pulsante per riprodurlo e un altro che attiva un menu di contesto.

Usando questo menu di contesto possiamo aggiungere l’album al mixer (cioè, incollarlo in modo che suoni dopo tutto quello che è già stato aggiunto), aggiungerlo alla nostra libreria musicale, aggiungerlo a una playlist o condividerlo sui social network (con pulsanti che già conosciamo e quelli che conosciamo, quelli che sparano un popup; non c’è quasi nessuna integrazione sociale all’interno di Napster).
Napster Player
Ogni genere, album, artista e canzone ha il proprio URL che possiamo condividere; questo è quello dell’album che ho cercato.

Come previsto (e come ho detto prima), abbiamo un giocatore sempre visibile sulla destra. E ‘di base, che ci permette di avanzare la canzone, tornare indietro, mettere in pausa, cercare un punto specifico all’interno della canzone, e far suonare le canzoni in modo casuale o in loop. Possiamo anche aggiungere la canzone che sta suonando alla nostra lista dei “Preferiti”, che la aggiungerebbe ad un’altra sezione del nostro profilo. Tuttavia, anche se il giocatore è di base, è più che sufficiente.

Ovviamente, ho provato a suonare musica usando Napster, e l’esperienza è stata “quasi” soddisfacente . Ho subito un paio di tagli, ma niente di importante. Il servizio ha problemi più gravi di alcuni tagli quando si trasmette musica in streaming.

Cosa lo rende diverso: guarigione, contenuto proprio

Articolo Napster

La scommessa di Napster passa attraverso una sezione un po’ disabitata al momento, ma si spera che continui ad essere aggiornata con il passare delle settimane. Cliccando sulla scheda “In primo piano” nella barra superiore si accede ad una pagina con video, articoli e playlist.

In breve, è il contenuto generato dagli esperti che facilita la scoperta di nuova musica. Questi articoli ed elenchi sono organizzati anche per genere, in modo da poter trovare il contenuto che ci sembra più rilevante (se siamo folkies potremmo non essere interessati a notizie di musica elettronica).

E il sociale? Beh, grazie

Napster, come ogni servizio lanciato nel 2013, ha una sorta di integrazione con i social network che tutti usiamo. In particolare, è ben integrato con Facebook, ottenendo i dati del nostro profilo se li colleghiamo e pubblicando le canzoni che ascoltiamo sul social network fondato da Zuckerberg. Questi, si suppone, appariranno nella sezione dell’applicazione stessa all’interno del nostro profilo. Nella mia, la verità è che non sono apparsi.

Ha anche una propria sezione sociale. Ogni utente ha il proprio profilo con un URL personalizzato e una serie di sezioni: un profilo con gli artisti in evidenza e la storia dell’ascolto, una lista di seguaci , un’altra delle canzoni preferite, la libreria dell’utente e le playlist. Non ho trovato un’opzione per ascoltare temporaneamente le canzoni senza che siano pubblicate nel nostro profilo . Quello che possiamo fare è nascondere il nostro profilo.

Sicuramente molti utenti apprezzeranno il fatto che non introducono il sociale nella parte inferiore della loro gola , potendo usare Napster senza più di un account di posta elettronica e la password che abbiamo scelto.

Napster dal nostro computer

Dispositivi
Napster , sul nostro computer, funziona come un’applicazione web , all’interno del nostro browser (apparentemente utilizzando Flash per riprodurre la musica; niente di nuovo sotto il sole). Ma è disponibile anche per diversi dispositivi mobili.

Hanno lanciato applicazioni per iPhone, telefoni Android, telefoni Android, iPad, tablet con Android, e si integra anche con le apparecchiature Sonos e le auto prodotte da BMW e Mini. Non è così onnipresente come Deezer o Spotify, ma è un vantaggio avere le applicazioni pronte dal lancio. Immagino che a poco a poco verranno lanciati clienti per altre piattaforme mobili, smart TV e così via.

Cosa dovrebbe essere migliorato?

Napster è un servizio giovane e, come tale, ha ancora qualcosa da migliorare.

  • Il tuo catalogo . Deve crescere e molto. È divertente: ci sono dischi che non sono in Spotify e i dischi che sono in Spotify non sono qui.
  • Come è organizzato e il sistema di raccomandazione . Non può essere che io metta una stazione radio basata su Stravaganzza (definita da Wikipedia come “gothic metal” o “progressive metal”) e poi ottengo i Rolling Stones. Spero che tu impari dagli utenti.
  • Altre piattaforme mobili . Windows Phone, BB10, forse Firefox OS. Anche un cliente di Windows 8 sarebbe grato. Rhapsody è su più piattaforme; non penso che sarebbe troppo difficile per loro fare applicazioni Napster.
  • L’esperienza utente . Non so voi, ma l’interfaccia mi sembra molto “dell’ultimo decennio”. Dettagli come questo nel mio schermo (full HD, niente dell’altro mondo) vedo enormi margini su ogni lato dello schermo mi fa considerare l’utilizzo di altri servizi con interfacce migliori.

In conclusione: alcune buone idee, una lunga strada da percorrere

Napster arriva nel 2013 in un mercato che ha già molti contendenti, alcuni dei quali sono stati in guerra per molti anni (Deezer, per esempio), e alcuni dei quali hanno un muscolo finanziario che altri invidiano (Google, per esempio, per esempio). Presto mi vengono in mente altri nomi come Rdio, integrato anche in Twitter #music.

Va inoltre tenuto presente che non esiste la modalità gratuita Napster (solo 30 giorni di prova) e il suo prezzo è ancora simile a quello della concorrenza 9,95€/mese ). Ad essere onesti, non vedo alcuna ragione per cui, in questo momento , un utente dovrebbe lasciare Spotify (per dire il nome del più rilevante) e registrarsi in Napster .

Non sto dicendo che Napster è in ritardo, ma penso che sia ovvio che dovranno lottare molto per differenziarsi e non diventare un altro semplice clone di quello che già possiamo godere.
Sito Ufficiale | Napster In Genbeta | Google Play Music All Access, faccia a faccia con la concorrenza.


Spread the love

Leave a Reply