Skip to content

Migliori Cuffie del Mercato 2018

Stai cercando di scaricare musica gratis dal tuo tuo smartphone per poi non avere le cuffie fighe che ti permetteranno di ascoltarla come vuoi tu! Le tue cuffie fanno ca… ma sei tirchio e non vuoi acquistarli perché sono troppo costose? Allora qui grazie ad Amazon e le loro offerte ti portiamo le migliori cuffie per te!

Tipi di Cuffie

[amazonproduct asin=”B0747R9PCR”]

Per posizione rispetto all’orecchio, sono solitamente classificati come:

  • Circumaurals: completamente circondano l’orecchio. Queste cuffie, quando sono chiuse, consentono un isolamento acustico quasi completo del soggetto in ascolto. Essi impediscono anche il suono riprodotto di andare all’aperto, così le loro applicazioni tendono ad essere più dedicato al settore professionale, come il monitoraggio dell’amplificazione dal vivo (in genere il funzionamento della console di miscelazione nei considerando) o di miscelazione per DJ nei club. La caratteristica principale di questi due tipi è che, essendo leggermente separati dall’orecchio, generano una maggiore naturalezza del campo stereo e una riproduzione delle frequenze più lineare e precisa.
  • Cuffie circumaurali
    Supraaural: gli altoparlanti coprono la maggior parte del padiglione uditivo, essendo questo progetto lo standard nel suono Hi-Fi domestico, ma anche nei sistemi di missaggio professionali. Sono “portatili” perché sono più leggeri e meno ingombranti dei circumaurali.
  • Cuffie superaurali
    Intraurale o In-The-Ear: Sono piccoli auricolari, delle dimensioni di un pulsante, che vengono inseriti nel condotto uditivo, e permettono all’ascoltatore un maggiore isolamento, mobilità e comfort soggettivo (la sensazione di comfort varia a seconda dell’utente). Il suo difetto principale è che il suono sembra provenire dall’interno della testa, in modo da perdere la sensazione uditiva naturale, in cui il suono proviene dall’esterno. Anche a causa delle loro dimensioni, offrono meno prestazioni sonore di un dispositivo più grande. Il suo utilizzo è molto diffuso per l’ascolto di lettori portatili (lettore MP3, lettore MP4). Sono anche chiamati pinganillos.
  • Cuffie a conduzione ossea: auricolari che sono posti sulla superficie del cranio per condurre il suono direttamente all’orecchio interno (coclea). Il vantaggio principale è che ci tiene in contatto con l’ambiente esterno, quindi sono ideali per attività sportive o pericolose, dove altre fonti sonore devono essere percepite anche attraverso l’orecchio esterno.

A seconda del meccanismo di supporto:

  • Auricolare o auricolare: le cuffie sono attaccate alle estremità di un auricolare. Esistono diversi tipi di materiali e forme. Le più comuni sono le imbottiture in plastica e metallo. Invece, “auricole” sono utilizzati per renderli sciolti.
  • Interni: vengono inseriti nel canale uditivo e bloccano il suono esterno per mezzo di gomme o siliconi che si adattano ad ogni utente. Sono tra i più trasportabili, ma anche quelli che raggiungono l’orecchio interno più direttamente entrando nel canale uditivo esterno.
  • Pulsante: sono collocati nell’orecchio esterno, quindi è un punto di mezzo tra l’auricolare interno e le cuffie dell’auricolare. Sono forse i più utilizzati, dato che spesso vengono forniti con lettori musicali e telefoni cellulari.
  • Clip: sono praticamente uguali a bottoni o interni, con la differenza che hanno una struttura, generalmente in plastica o silicone, per posizionarli intorno all’orecchio. Sono ideali per la corsa, per la palestra o altre attività, poiché non sono facili da eseguire.
  • Collo: chiamato anche collo contorno collo o cervicale, sono simili alla clip, ma hanno anche un nastro che va giù per il collo e comprime le cuffie alla testa.
  • Pinganillo: simili agli auricolari clip-on, sono auricolari in-ear senza fili che non hanno un cavo o una struttura comune tra i due auricolari o intorno all’orecchio, e sono quindi più piccoli, diventando quasi impercettibili. Possono anche essere venduti separatamente e sono stati tradizionalmente utilizzati sui televisori per nascondere il più possibile le cuffie attraverso le quali ricevono informazioni dall’assessore.

Se indossano un microfono, possono essere divisi in due parti:

Auricolare: il microfono è collegato a una delle cuffie a forma di braccio articolato. Sono di solito utilizzati in ambienti professionali, aviazione, giocatori, ecc. Se indossano un solo auricolare, si chiamano monoaurals. Essi sono anche chiamati

In-The-Ear: In-Thear, il microfono è di solito collegato al cavo. Sono quelli usati oggi con i telefoni cellulari.

Per il principio di funzionamento:

Elettrodinamica: sono i più utilizzati. Hanno una buona riproduzione degli acuti e sono economici.

Elettrostatica: hanno una buona risposta in frequenza.
Piezoelettrici: utilizzati per piccole apparecchiature (ausili per la sordità, ecc.).

Per il collegamento:

Wireless – l’uso di tecnologie di connettività wireless tra apparecchi acustici e un dispositivo con cui sono accoppiati.

Cuffie a infrarossi: questo tipo di trasmissione offre alcuni vantaggi come il suo costo relativamente basso rispetto ad altre tecnologie, ma offre anche diversi svantaggi, tra cui la portata (che è di soli sei metri circa) che è anche intimamente legata alla fedeltà del suono quando si è lontani dal trasmettitore di base, cioè più l’utente è lontano dal punto di emissione del segnale, più è probabile che perda il suono.

Radiofrequenza: questo tipo di cuffie sono le più diffuse nel mercato delle applicazioni ad alta fedeltà. Oltre a fornire un buon raggio di trasmissione efficace, possono trasmettere fino a quasi cento metri di distanza in un arco di 360º. Tuttavia, come svantaggio, le onde emesse da dispositivi wireless, reti wireless o campi elettrici possono aggiungere elettricità statica e ronzio a questa connessione.

Cuffie Bluetooth: La tecnologia Bluetooth è utilizzata per l’intercomunicazione tra diversi tipi di dispositivi, e alcuni produttori hanno deciso di utilizzare questo tipo di tecnica per incorporarla nei loro modelli di cuffie a causa della sua qualità e velocità di trasmissione.

Come svantaggio, si può sottolineare che quanto più l’utente si allontana dal dispositivo con cui sono accoppiate le cuffie, tanto più microtagli si verificheranno nella connessione, degradandone la qualità fino a perdere completamente la connessione.

Come Funzionano le cuffie?

Un auricolare (noto anche come apparecchio acustico; un auricolare è generalmente utilizzato in ogni orecchio, per cui è comune utilizzare il nome plurale: cuffie, apparecchi acustici o anche cuffie) sono trasduttori che ricevono un segnale elettrico da una sorgente elettronica (come una radio, un syntoamplificatore o un lettore audio) che, per la loro progettazione, consentono di posizionare gli altoparlanti vicino alle orecchie per generare onde sonore udibili.

Le cuffie sono normalmente rimovibili e intercambiabili, cioè possono essere facilmente inserite o disinserite dall’apparecchiatura che le richiede. Le stesse cuffie possono essere utilizzate da sistemi audio diversi.

Migliori Cuffie del Mercato 2018
Vota questo post

Ti piace Scaricare musica gratis? allora CONDIVIDI E CONTINUA A LEGGERE 😉

Nel contesto delle telecomunicazioni, le cuffie si riferiscono a un tipo di dispositivo costituito da una combinazione di cuffie e microfono per la comunicazione bidirezionale. Ad esempio, un telefono cellulare.

Cuffie come si mettono

Per una riduzione ottimale del rumore e il massimo comfort, è importante che le cuffie siano regolate correttamente. Segui queste raccomandazioni:

Rispettare i contrassegni di sinistra (L) e destra (R) sulla parte superiore di ogni cuffia per orientare correttamente le cuffie.

Per indossare le cuffie, tenerle per le cuffie e indossarle in modo che i cuscinetti auricolari coprano completamente le orecchie. Si dovrebbe sentire una pressione leggera ma confortevole intorno alle orecchie.

Regolare l’archetto in modo che poggi delicatamente sulla parte superiore della testa.

Quando si è in un ambiente rumoroso, effettuare le regolazioni finali con le cuffie accese. In condizioni particolarmente rumorose, come ad esempio durante il decollo, la riduzione del rumore può essere compromessa fino a quando la pressione delle cuffie non viene compensata.

Problemi legati all’adattamento
Un suono severo o frequente, perdite discontinue nella qualità di riduzione del rumore possono indicare che le cuffie non sono regolate correttamente o che le porte delle cuffie sono bloccate. Sui voli lunghi, si può sentire una leggera pressione, che può essere alleviata regolando la posizione dell’archetto. La vostra esperienza personale con l’uso delle cuffie vi aiuterà a determinare il suono e le sensazioni che ci si può aspettare da loro.

Posizionamento del microfono


Per comunicazioni chiare, è importante che il microfono sia posizionato correttamente. Con l’archetto sulla testa, effettuare le seguenti regolazioni:

Tenere il microfono con le dita e spostarlo verso l’alto o verso il basso in modo che sia a livello delle labbra.

Premere il microfono contro le labbra. Posizionare il microfono con la parte sensibile alla voce rivolta verso l’interno. Anche se sarà leggermente decentrato, il microfono dovrebbe essere a poco più di 1 cm dall’angolo delle tue labbra.

Assicurarsi che la parte sensibile alla voce sia orientata verso le labbra. Non pucker le tue labbra.

Pinze per vestiti
Il cavo del modulo di controllo è agganciato con due clip per abiti. Utilizzare queste clip per collegare il cavo delle cuffie ai vestiti, al giubbotto di sicurezza o alla tasca della porta di un aereo.